Newsletter aziendali: come le email possono potenziare il marketing

Le possibilità, quando si parla di email marketing e newsletter, sono tantissime e ci sono brand che lo fanno davvero bene. Ne parliamo qui.

Tabella dei Contenuti

Apriamo la news di oggi con un cliché che porta con sé però tanta verità: non esiste una ricetta collaudata in grado di garantire il successo di una strategia di marketing. Le possibilità e gli strumenti a disposizione sono tanti, le loro combinazioni nella cornice di piano di azione potenzialmente infinite e declinabili in base a creatività, obiettivi e budget, ma tra questi ce ne è uno su cui vorremmo soffermarci in particolar modo: le newsletter aziendali.

 

Quindi allacciamo le cinture e iniziamo subito.

 

Perché email marketing e newsletter sono così importanti

 

Piccola digressione d’obbligo: l’email marketing è una forma di marketing digitale che utilizza le mail per promuovere un brand, i suoi valori, i suoi prodotti e i suoi servizi, con diversi obiettivi variabili, tra cui ovviamente brand awareness, lead generation e la costruzione di relazioni con clienti attuali e potenziali.

 

Si tratta di una forma di comunicazione diretta, che permette di segmentare e targetizzare le proprie audience per raggiungere ciascun utente con messaggi e offerte estremamente mirati e personalizzati e, per questo motivo, più efficaci. È un’attività misurabile, grazie al tracciamento delle aperture, dei click-through e delle conversioni, e facilmente automatizzabile secondo parametri diversi, soprattutto con il supporto di software come Pipedrive.

 

I vantaggi legati all’implementazione dell’email marketing all’interno della propria strategia di comunicazione sono immediati, ma non mancano le sfide. Banalmente, la creazione di contenuti in grado di portare al raggiungimento degli obiettivi prefissati e la corretta ed efficace gestione delle liste. Rimane il fatto che le newsletter aziendali sono una piattaforma versatile, dove condividere messaggi e approfondimenti, promuovere prodotti e servizi e coltivare lead.

 

Netflix, obiettivo engagement

 

Netflix è un ottimo esempio di brand che investe cura e attenzione alla propria strategia di email marketing. Considerato che un utente in media sottoscrive abbonamenti a 2,8 canali di streaming e che il panorama delle piattaforme che offrono questi servizi inizia ad essere davvero affollato, riuscire a tenersi stretti i propri clienti mentre si lavora all’acquisizione di nuovi lead è fondamentale.

 

Il gigante statunitense, già noto per la sua comunicazione (alzi la mano chi davvero non ha mai visto lo spot realizzato in occasione dell’ultimo Festival di Sanremo), è ovviamente all’altezza della sfida. Questa mail, ad esempio, è un alert che anticipa una nuova uscita, inviato a tutti gli utenti che hanno visualizzato la prima stagione dello show e a tutti quelli che potrebbero essere interessati. Come vengono identificati questi utenti? Analizzando lo storico delle loro visualizzazioni.

 

Il contenuto è di alto impatto visivo, di rapidissima fruizione ed estremamente immediato. Le call to action sono semplici e ben visibili e i colori utilizzati sono in linea con la brand identity di Netflix, trasformando l’esperienza della lettura in qualcosa di molto analogo allo scroll dei contenuti sulla piattaforma stessa – un piccolo dettaglio che sottolinea però l’attenzione nel mantenere l’identità di marca e la user experience coerenti tra i diversi asset utilizzati.

 

 

Starbucks, obiettivo promozione

 

L’occhio vuole sempre la sua parte e Starbucks ce lo mostra in maniera molto concreta. Come nel caso di Netflix, anche il mercato della nota catena statunitense presenta un alto grado di affollamento, a cui corrisponde una immediata necessità di distinguersi e far sentire la propria voce.

 

Con una strategia di email marketing estremamente variegata e diversificata, l’azienda di Seattle investe molto su esclusività e creatività – come nel caso di questa email, che noi ti facciamo vedere scomposta nelle sue singole parti. Il contenuto originale, infatti, è una gif che sfrutta proprio la piccola animazione per differenziare il contenuto della newsletter e renderlo, di primo impatto, più memorabile.

 

In termini di copy, il messaggio è chiaro e diretto e si rivolge a tutte le persone che sono in possesso di una membership per generare un senso di appartenenza e soddisfazione attraverso l’esclusività dell’offerta comunicata. Un premio, in sostanza, dedicatoai più fedeli dei clienti che li invita ad approfittare del nuovo sconto per concedersi una piccola coccola quotidiana nel loro punto vendita di fiducia.

 

Cuisinart, obiettivo disiscrizione

 

Si, hai letto bene: disiscrizione. In caso non lo conoscessi, Cuisinart è un brand statunitense che progetta e vende piccoli elettrodomestici da cucina e che ha costruito la propria strategia di email marketing con focus sulla personalizzazione e sull’ottimizzazione della consegna delle email.

 

Ma perché inviare una mail che dà modo ai propri utenti di disiscriversi cliccando su una comoda CTA? Rinunciando, tra l’altro, ad ogni tentativo di instillare il ben che minimo senso di colpa nell’utente che sceglie di non ricevere più comunicazioni dal brand, in favore di un tono di voce diretto e amichevole.

 

Non è un caso né un tentativo di suicidio, ma una mossa intelligente per mantenere le proprie liste contatti aggiornate, rimuovendo tutti gli utenti che non sono più interessati a ricevere messaggi promozionali e facendo sì che la loro presenza passiva, per contro, non vada a sporcare le metriche su cui si basa il monitoraggio dell’intera strategia di email marketing, come il tasso di apertura. Che dire, senza ombra di dubbio i nostri preferiti di oggi!

 

Ricapitolando

 

In conclusione, le newsletter sono ancora uno strumento utilissimo a supporto degli sforzi di marketing di brand e aziende. Se non sai come muoverti all’interno di questo mondo, per sfruttarne al meglio le potenzialità e lavorare concretamente in direzione dei tuoi obiettivi, il team di Netrising è pronto ad aiutarti a trovare la strada più adatta a te.

Pubblicato il 21 Febbraio 2024
Related Articles